Ossidazione metalli: cosa significa e come contrastarla

L’ossidazione dei metalli rappresenta un fenomeno molto temuto nell’ambito della metallurgia. In questo articolo, esploreremo in dettaglio cosa sia l’ossidazione, come avviene il processo, le cause che lo provocano, le tecniche per rimuoverla e i trattamenti termici e superficiali consigliati per prevenirne l’insorgenza.

Cosa si intende per ossidazione?

L’ossidazione rappresenta un processo chimico attraverso il quale i metalli reagiscono con l’ossigeno presente nell’ambiente circostante, formando ossidi metallici sulla superficie del materiale. Questo fenomeno è il risultato diretto dell’interazione tra gli atomi di metallo e le molecole di ossigeno. È importante sottolineare che l’ossidazione non riguarda esclusivamente il ferro, ma coinvolge molteplici tipologie di metalli, ciascuno dei quali reagisce in modo differente con l’ossigeno. La formazione degli ossidi metallici comporta cambiamenti nella struttura chimica e fisica del materiale, influenzando le sue proprietà meccaniche, termiche ed elettriche, compromettendone la resistenza e la durabilità. 

Come avviene il processo di ossidazione metallo?

Il processo di ossidazione dei metalli è influenzato da diversi fattori e avviene attraverso una serie di passaggi chimici ben definiti. In generale, la reazione di ossidazione inizia quando gli atomi di metallo entrano in contatto con l’ossigeno presente nell’aria o in altri agenti ossidanti. Questa reazione può essere accelerata da vari fattori, tra cui temperatura, umidità, presenza di sostanze corrosive e composizione del metallo stesso.

Una volta che gli atomi di metallo reagiscono con le molecole di ossigeno, si forma uno strato superficiale di ossidi metallici che può variare nella sua composizione e spessore a seconda delle condizioni ambientali e delle proprietà del metallo coinvolto. La formazione degli ossidi metallici avviene attraverso processi di adsorbimento, diffusione e nucleazione sulla superficie del metallo.

Inoltre, è importante sottolineare che il processo di ossidazione può essere reversibile o irreversibile, a seconda delle condizioni ambientali e della composizione del metallo. In alcuni casi, è possibile rimuovere gli strati di ossidi metallici mediante trattamenti superficiali specifici, mentre in altri casi l’ossidazione può causare danni permanenti al materiale.

Cosa provoca l’ossidazione?

L’ossidazione metalli può essere innescata da diversi fattori ambientali e chimici che influenzano il processo di reazione tra il metallo e l’ossigeno. Tra le principali cause dell’ossidazione, troviamo:

  1. Esposizione all’aria e all’umidità: La presenza di ossigeno e umidità nell’aria è una delle principali cause dell’ossidazione dei metalli. Quando un metallo è esposto all’aria, gli atomi di metallo reagiscono con le molecole di ossigeno, dando luogo alla formazione di ossidi metallici sulla superficie del materiale.
  2. Presenza di sostanze corrosive: Alcune sostanze chimiche presenti nell’ambiente possono accelerare il processo di ossidazione dei metalli. Ad esempio, composti contenenti cloro o zolfo possono agire da catalizzatori nell’ossidazione dei metalli, aumentando la velocità della reazione e causando danni più gravi al materiale.
  3. Elevata temperatura: L’ossidazione dei metalli può essere influenzata anche dalla temperatura ambiente o dalla temperatura a cui il metallo viene esposto durante il processo di lavorazione. Temperature elevate possono accelerare la velocità di reazione tra il metallo e l’ossigeno, favorendo la formazione di ossidi metallici più rapidamente.
  4. Impurità e difetti superficiali: La presenza di impurità o difetti superficiali sulla superficie del metallo può favorire l’ossidazione, fornendo siti di nucleazione per la formazione degli ossidi metallici. Questi difetti possono aumentare la velocità di diffusione dell’ossigeno attraverso il metallo e accelerare il processo di corrosione.

In generale, la combinazione di questi fattori può determinare l’estensione e la gravità dell’ossidazione dei metalli, influenzando le loro proprietà fisiche, meccaniche ed estetiche. È quindi fondamentale adottare misure preventive per proteggere i metalli dall’ossidazione e garantirne la durabilità e l’affidabilità nel tempo.

ossidazione metallo

Come togliere l’ossidazione dai metalli ossidati?

La sabbiatura rappresenta un’efficace tecnica impiegata dall’azienda Rossi Tre per rimuovere l’ossidazione dai metalli ossidati. Questo processo consiste nell’utilizzo di particelle abrasive, come sabbia o graniglia di vetro, proiettate ad alta velocità sulla superficie del metallo mediante una pistola ad aria compressa.

L’azione abrasiva delle particelle di sabbia permette di rimuovere lo strato di ossidazione presente sulla superficie del metallo, ripristinando così l’aspetto originale del materiale. La sabbiatura è particolarmente efficace per trattare ossidazioni superficiali leggere o moderate, consentendo di ottenere risultati ottimali senza compromettere le proprietà del metallo sottostante.

Rossi Tre impiega la sabbiatura con competenza e precisione, adattando il processo alle specifiche esigenze del materiale e garantendo un risultato finale di alta qualità. Grazie alla sabbiatura, i metalli trattati possono essere ripristinati alla loro condizione originale, pronti per essere utilizzati in varie applicazioni industriali e commerciali.

Come prevenire l’ossidazione? Trattamenti termici consigliati

Per prevenire l’ossidazione dei metalli, Rossi Tre consiglia l’adozione di trattamenti termici e superficiali mirati. Tra le metodologie consigliate vi sono la solubilizzazione, la metallizzazione e la verniciatura, ciascuna delle quali offre vantaggi specifici nella protezione dei metalli dall’ossidazione.

  1. Solubilizzazione: La solubilizzazione è un trattamento termico che coinvolge il riscaldamento del metallo a temperature elevate seguite da un rapido raffreddamento. Questo processo favorisce la dissoluzione di eventuali precipitati o impurità presenti nel metallo, riducendo così la formazione di siti di nucleazione per l’ossidazione. La solubilizzazione è particolarmente efficace per migliorare la resistenza alla corrosione dei metalli e per prolungarne la durata nel tempo.
  2. Metallizzazione: La metallizzazione è un processo che prevede l’applicazione di uno strato di metallo protettivo sulla superficie del materiale mediante tecniche di deposizione fisica o chimica. Questo strato metallico funge da barriera protettiva contro l’ossidazione, impedendo al metallo sottostante di entrare in contatto con agenti ossidanti come l’ossigeno e l’umidità. 
  3. Verniciatura: La verniciatura metalli è un trattamento superficiale che prevede l’applicazione di uno strato di vernice protettiva sulla superficie del metallo. Le vernici protettive contengono agenti antiossidanti e stabilizzanti che proteggono il metallo dall’ossidazione e dalla corrosione. Questo trattamento anticorrosione e antiossidante è particolarmente adatto per proteggere superfici esposte all’ambiente esterno o a condizioni ambientali aggressive.

Grazie a queste soluzioni innovative e personalizzate, i metalli trattati da Rossi Tre possono mantenere le loro prestazioni ottimali e la loro integrità strutturale anche in ambienti aggressivi o esposti a condizioni atmosferiche sfavorevoli. Contattaci senza impegno per saperne di più sui nostri trattamenti termici e superficiali o per un eventuale preventivo!